ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Legge di bilancio: l'iter della manovra tra Roma e Bruxelles

Lettura in corso:

Legge di bilancio: l'iter della manovra tra Roma e Bruxelles

Legge di bilancio: l'iter della manovra tra Roma e Bruxelles
Dimensioni di testo Aa Aa

La deadline è per fine anno ma l'iter per approvare la legge di bilancio è una gimkana tra voto delle Camere e giudizio della Commissione Europea. Scogli da superare per il governo Conte, che potrebbe aver convocato un nuovo vertice a quattro mercoledi: il premier, i due vice Salvini e Di Maio e il ministro dell'Economia Tria, chiamati a dare una risposta alla bocciatura europea.

Il "caso Italia" sarà poi ancora una volta all'attenzione di Bruxelles l'8 novembre. La Commissione pubblicherà le previsioni economiche aggiornate, che faranno riferimento ai saldi inseriti dall'Italia in manovra.

Entro il 13 novembre l'Italia dovrà presentare una nuova bozza della legge di bilancio. Il documento dovrà giustificare lo scostamento dagli obiettivi, in relazione al rapporto deficit-Pil.

Il parere definitivo dell'Europa arriverà il 21 novembre: una nuova bocciatura potrebbe avviare la procedura d'infrazione.

A fine mese, se la legge avrà passato il guado, il provvedimento sarà portato all'esame della Camera per il primo via libera. Difficile pensare a un percorso che non tenga contro delle indicazioni europee: il timore è che una chiusura definitiva produca una crisi di fiducia dei mercati.