ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La prima volta di Garou sul palco di Dubai

Lettura in corso:

La prima volta di Garou sul palco di Dubai

La prima volta di Garou sul palco di Dubai
Dimensioni di testo Aa Aa

E’ uno degli artisti franco-canadese di maggior successo al mondo. Garou, diventato famoso dopo aver suonato nel musical teatrale Notre-Dame de Paris, ora fa il suo debutto in Medio Oriente con il Jubilee Tour.

Un disco di diamante, 15 dischi di platino e un duetto registrato con Celine Dion. In vista della suo show a Dubai, Garou ai microfoni di euronews ci parla dei suoi progetti e quanto fosse importante per lui raggiungere il cuore di un nuovo pubblico qui negli Emirati Arabi Uniti e non solo. "È la prima volta qui a Dubai, dopo 20 anni, è come sentirsi di nuovo un bambino. Quello che considero importantissimo per la mia carriera è suonare sempre in posti nuovi, scoprire nuove persone, godermi l'energia di un nuovo posto e cercare di viverlo fino in fondo. E’ il miglior regalo della mia carriera. Sono felice di essere qui.”

Rebecca McLaughlin-Duane, euronews: Ha riprodotto alcune delle sue tracce classiche con del materiale nuovo, mixandolo con pezzi anche di altri artisti. Pensa che sia un rischio perchè magari i suoi fan desiderano semplicemente ascoltare ciò che conoscono e amano?

Garou: Si lo so, sono un po impaurito per questo perché sto trasformando alcune canzoni, ma penso che sia interessante e credo che il divertimento che si crea sul palco con i musicisti dovrebbe arrivare anche al pubblico, diventando così qualcosa di contagiosa. Sono un grande fan di Ray Charles, infatti eseguirò un suo medley durante il concerto. Inoltre ho usato anche suoni e di band come gli X Ambassadors, e i Goo Goo Dools.

euronews: Non ha usato suoni arabi in nessuno dei suoi brani. E’ nei suoi progetti farlo?

Garou: Potrebbe essere perché mentre stavo montando alcune immagini che avevo girato durante una giornata in cui avevo fatto molte cose, mi è venuto in mente di usare un brano di Sting, Desert Rose, un mix fantastica di culture. Potrei provare durante lo show. Faremo una prova e vedremo. Chissà.

euronews: Questo potrebbe accadere, ovvero comporre un album partendo da un giorno particolare. I suoi fan devono aspettarsi delle nuove canzoni con un tocco arabo?

Garou: Onestamente ieri per tutto il giorno avevo in testa questa musica e ascoltandola stavo pensando che forse potrebbe essere il modo migliore per far sì che le persone si capiscano, proprio partendo dalla musica. Penso che sia il modo migliore per comunicaziore e la prova è che ho avuto la grande opportunità di cantare in molti paesi non francofoni in francese e vedere sorrisi e scintille negli ocghi. Si può condivide l’amore attraverso la musica. E credo che sia davvero il modo migliore, fare un album con alcuni artisti arabi.

Altro da Cult