Paesi Bassi: "Subito meno emissioni di CO2"

Paesi Bassi: "Subito meno emissioni di CO2"
Di Stefania De Michele
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il giudice ha respinto l'appello del governo olandese, grande soddisfazione degli ambientalisti.

PUBBLICITÀ

Appello respinto, il tribunale ha deciso: il governo olandese deve recepire e attuare la storica sentenza del 2015, che gli ordinava di ridurre le emissioni del 25% (rispetto ai livelli del 1990) entro il 2020.

La decisione si traduce in un cambio di paradigma, in relazione alla tutela dell'ambiente, e nella necessità che i Paesi Bassi accelerino il processo di decarbonizzazione.

"Il cambiamento climatico è un grave pericolo" è stato il commento della Corte che ha esaminato il ricorso, a margine della sentenza.

Grande la soddisfazione degli attivisti che hanno portato avanti la battaglia legale: "L'ultima volta che abbiamo vinto sono state centinaia le reazioni di persone che speravano nella buona riuscita della nostra causa - ha dichiarato Marjan Minnesma, responsabile della Fondazione Urgenda - credo perciò che questo non faccia altro che accrescere la speranza e consentire alla gente di adire alla giustizia, l'ultimo strumento democratico a loro disposizione. Perché se i politici non fanno niente, qualcun altro deve agire, e può essere il magistrato".

Secondo gli ambientalisti. i Paesi Bassi devono ora chiudere le centrali elettriche a carbone per ridurre in maniera significativa le emissioni di Co2 in due anni.

Sono stati oltre 1000 i casi di contenzioso sul clima nel 2018.

Condividi questo articoloCommenti