ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Airbnb promette maggiore trasparenza per i consumatori europei

Lettura in corso:

Airbnb promette maggiore trasparenza per i consumatori europei

Airbnb promette maggiore trasparenza per i consumatori europei
Dimensioni di testo Aa Aa

Airbnb fa un passo avanti verso la trasparenza e la protezione dei consumatori europei. Dopo mesi di negoziati con la Commissione europea, la piattaforma online che mette a disposizione alloggi a breve termine ha accettato di cambiare i suoi termini e condizioni del servizio offerto, che finora non erano conformi alle normative europee.

"Ho avuto un incontro con i rappresentanti di Airbnb - ha affermato giovedì la Commissaria europea, Vera Jourova- e hanno promesso a me e alla rete di rappresentanti per la protezione dei consumatori che apporteranno le modifiche necessarie entro il 18 ottobre".

Airbnb si è impegnata a presentare in anticipo il prezzo totale delle prenotazioni, incluse spese extra, come i costi di pulizia. Renderà inoltre nota la natura privata o professionale dell'ospite e darà la possibilità ai consumatori di citarlo in giudizio in caso di danno. Finora Airbnb aveva sostenuto di essere solo un intermediario.

"Una volta che la Commissione ha stabilito che Airbnb è effettivamente una società privata e che deve applicare tutte le regole europee possibili, allora Airbnb dovrà prendere una svolta.- spiega Kenneth Haar, dell'organizzazione Corporate Observatory Europe.- Dovrà iniziare a lavorare con città come Amsterdam, Berlino e altre, che si lamentano del fatto che compagnia ha favorito la concorrenza sleale".

La compagnia deve introdurre cambiamenti in tutte le lingue dell'Unione europea. In caso di non conformità, le autorità dei consumatori potrebbero decidere di ricorrere a misure di esecuzione.