"Figlia Mia" alla Berlinale

"Figlia Mia" alla Berlinale
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Unica pellicola italiana in gara al Festival di Berlino 2018 della cineasta romana Laura Bispuri

PUBBLICITÀ

Un racconto tutto al femminile, "Figlia Mia" il secondo lungometraggio della cineasta Laura Bispuri, unica pellicola italiana, presentata alla 68esima edizione del festival di Berlino. Applausi del pubblico per una storia di complicità e rivalità tra due donne due madri Angelica l'attrice Alba Rohrwacher e Tina Valeria Golino che si contendono l'amore di Vittoria. Un tema complesso in un ambiente scarno:la Sardegna terra primoridale e di simbolismi.

"Bisognava trovare un equilibrio tra questi due personaggi, non è stato facile ma alla fine spero che ci siamo riuscite" dice  Alba Rohrwacher

Valeria Golino: "Sopravvivere a questo personaggio così strano, così forte, così compresso, e la voglia di lavorare con Alba e con Laura e con la piccola Sara".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Berlinale: brillano le giovani stelle del cinema europeo