EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

I profughi siriani rischiano un rientro forzato in patria

I profughi siriani rischiano un rientro forzato in patria
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

In un rapporto, sei ong chiedono alla comunità internazionale di non considerare il rimpatrio dei rifugiati siriani, perché la situazione nel Paese è ancora drammatica

PUBBLICITÀ

Migliaia di rifugiati siriani rischiano un ritorno forzato nel loro Paese. A lanciare l'allarme sei organizzazioni umanitarie: Save the Children, Action Against Hunger, CARE International, Norwegian Refugee Council, International Rescue Committee e Danish Refugee Council.

In un documento, evidenziano come le ultime vittorie dell'esercito di Damasco contro i ribelli, abbiano spinto i governi a considerare il rinvio forzato in patria dei profughi accolti. Un'iniziativa che trova terreno fertile, dicono le ong, nella retorica anti-migranti che imperversa in molti Paesi.

In Siria tuttavia si continua a combattere e a morire. Metà degli ospedali non garantisce assistenza, un terzo delle scuole è inagibile. E' vero, ci sono stati dei ritorni in patria, ma per ogni siriano rientrato nel 2017, altri tre hanno lasciato le loro case.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Grecia respinge le accuse di brutalità contro i migranti, inclusi i presunti abbandoni in mare

L'Europa che voglio: guerra in Ucraina, cosa farei da europarlamentare

Gaza, carestia nel nord della Striscia denuncia ong: Netanyahu annuncia "azione forte in Libano"