EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Cina: 3 anni di carcere per chi offende l'inno nazionale

Cina: 3 anni di carcere per chi offende l'inno nazionale
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La misura potrebbe essere approvata entro la settimana dal parlamento cinese

PUBBLICITÀ

Denigrare l’inno nazionale, potrebbe diventare un reato. Accade in Cina dove il parlamento potrebbe già entro la settimana approvare una legge che punisce con tre anni di carcere chi l’offende o non lo rispetta, o ne modifica soltanto le parole.

China recently tightened rules that ban people from performing the national anthem at parties,weddings and funerals https://t.co/Mlo0qfG9Pj

— AFP news agency (@AFP) 31 ottobre 2017

Lo stesso vale per la bandiera nazionale, bruciarla o calpestarla comporterebbe, secondo la nuova direttiva, l’applicazione della stessa sanzione. A settembre era stata votata una legge che prevedeva una condanna a 15 giorni di detenzione estesa anche ai territori di Hong Kong e Macau. Nel 2015 alcuni tifosi di calcio ad Hong Kong hanno fischiato l’inno nazionale cinese, con tanto di sanzione da parte della Fifa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

35 anni da piazza Tiananmen: il mondo ricorda il massacro del 4 giugno 1989, la Cina no

Putin in Cina: Xi mi ha parlato della tregua olimpica in Ucraina sostenuta da Macron

Putin a Pechino con Xi Jinping: "Pronti a negoziare sull'Ucraina, partiamo dalla proposta cinese"