Giornalisti accusano: "Aggrediti dal servizio d'ordine di Marine Le Pen". Il Fn smentisce

Giornalisti accusano: "Aggrediti dal servizio d'ordine di Marine Le Pen". Il Fn smentisce
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

“Ci ha cacciati lei, è censura”, “No, noi non c’entriamo niente”.

PUBBLICITÀ

“Ci ha cacciati lei, è censura”, “No, noi non c’entriamo niente”. Volano le accuse fra Marine Le Pen e la redazione di “Quotidien”, una sorta di “Le Iene” francese. Un giornalista del programma ha cercato di avvicinare la candidata del Front National alle presidenziali in occasione del Salon des Entrepreneurs a Parigi facendo una domanda scomoda, ma è stato cacciato malamente dal servizio d’ordine del Salone. Il giornalista e i suoi operatori sostengono che l’ordine è venuto direttamente dall’Fn, l’Fn nega e afferma che l’iniziativa dell’evacuazione forzata è stata presa unicamente dai dipendenti della fiera.
Il partito della Le Pen e “Quotidien” hanno una lunga storia d’inimicizia anche violenta. Ai giornalisti del programma, volontariamente provocatori, viene regolarmente respinta la richiesta di accredito da parte del Fn e la stessa troupe è stata aggredita da militanti del partito durante una manifestazione il 1° maggio 2015.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

A Marsiglia la guerra alla droga può essere vinta?

Parigi, al via il processo per l'attentato al mercatino di Natale di Strasburgo del 2018

Olimpiadi, rubata su un treno a Parigi una borsa con dettagli sulla sicurezza dei Giochi