EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il papa ai terremotati "Serve speranza per ricostruire"

Il papa ai terremotati "Serve speranza per ricostruire"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Udienza per i terremotati dell'Italia centrale mentre la terra tra Umbria, alto Lazio e Marche continua a tremare...

PUBBLICITÀ

Le ferite ci sono e ci saranno ma bisogna ripartire, con speranza e concretezza. Questo è il messaggio che papa Francesco ha voluto dare ai terremotati dell’Italia centrale ricevuti in udienza in Vaticano.

Il papa è arrivato con qualche minuto di anticipo, ha stretto mani e ricevuto doni, tra cui ceste di prodotti tipici e una felpa. Raffaele Testa, un uomo scampato al terremoto, ha detto:
“La fortuna di essere usciti vivi da quell’inferno non potrà mai cancellare il dolore di aver perso tanti amici. Chiediamo a lei, santità, di sostenerci con la preghiera affinché ricostruiamo i cuori prima che le case”

Il papa non ha usato formalità: “Ho voluto prendere le vostre parole per farle mie perché nella vostra situazione il peggio che si possa fare è fare un sermone”. E poi ancora: “I cuori sono feriti ma oggi serve la speranza per ricostruire e questo si fa con le mani”.

Tanta la commozione nell’aula Paolo VI affollata di gente che ancora vive il lutto e la paura mentre la prima neve cade sulle macerie e le scosse continuano senza tregua: trentadue dall’inizio dell’anno tra Umbria, alto Lazio e Marche. Non più tardi di lunedí notte nuovi crolli e nuovi sfollati nelle frazioni a Nord di Spoleto dopo una sisma 4.1 della scala Richter.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Terremoto ai Campi Flegrei: scossa più forte degli ultimi quarant'anni, evacuato carcere Pozzuoli

Assange, a Londra si decide su estradizione del fondatore di WIkileaks negli Usa: proteste a Roma

Elezioni europee 2024: il dibattito dei candidati fa tappa nei campi rom