EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

L'avanzata delle truppe regolari siriane ad Aleppo est: ripresa la metà dei quartieri ribelli

L'avanzata delle truppe regolari siriane ad Aleppo est: ripresa la metà dei quartieri ribelli
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

90mila civili erano rimasti senza cibo né medicine

PUBBLICITÀ

La metà di Aleppo est tenuta dai miliziani islamisti è stata ripresa dall’esercito di Assad, secondo quanto detto dalle autorità siriane e russe.

Per l’Osservatorio nazionale per i diritti umani, piattaforma anti-regime, l’ operazione avrebbe provocato una quarantina di morti.

In quest’area erano rimasti intrappolati 90mila civili, che ora possono uscire e raccontano di una situazione insostenibile. Dice una donna :

Non c’erano più né cibo né medicine. Avevamo fame e volevamo andarcene.

I russi stanno distribuendo il necessario. Alexandr Devyatkin , vice capo del Centro russo di riconciliazione , dice:

Negli ultimi giorni l’esercito siriano ha compiuto dei progressi sostanziali. Più di 10 quartieri sono stati liberati. I soldati hanno aperto una breccia nelle difese dei miliziani. E attraverso questa breccia, i civili se ne sono potuti andare. Perché sfortunatamente ci sono ancora cecchini attivi.

Secondo alcune fonti russe e iraniane, il comando di un gruppo ribelle, simpatizzante di Al Nosra, organizzazione fedele ad Al Qaeda, a inizio mese avrebbe emanato una fatwa chiedendo l’equivalente di oltre 280 euro per ogni minore o anziano che volesse andarsene. Una cifra enorme per una popolazione da settimane assediata e sotto le bombe.

L’esercito siriano ha mostrato un video in cui si vedrebbe un deposito-laboratorio artigianale per la fabbricazione di armi convenzionali e chimiche scoperto nel quartiere di
Sakhour appena liberato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siria. Quasi tutto l'Est di Aleppo in mano all'esercito di Damasco

Gli attacchi alle strutture sanitarie ad Aleppo sono crimini di guerra. Il sottosergetario generale delle Nazioni Unite per gli affari umanitari su euronews

Le truppe di Assad avanzano ad Aleppo est: strappati ai ribelli altri distretti