Mosul, arrivano i primi aiuti umanitari ma i civili non riescono a scappare. L'Onu: "Usati come scudi umani"

Mosul, arrivano i primi aiuti umanitari ma i civili non riescono a scappare. L'Onu: "Usati come scudi umani"
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Arrivano i primi convogli di aiuti umanitari per gli abitanti di Mosul.

PUBBLICITÀ

Arrivano i primi convogli di aiuti umanitari per gli abitanti di Mosul. Oltre cinquecento tonnellate di merce, a bordo di 20 autotreni, sono state consegnate dalla Mezzaluna rossa turca

Si tratta di tende, coperte, cibo e vestiti, tutti di cruciale importanza con l’inverno alle porte.

Intanto continuano ad arrivare nella tendopoli di Zilkan le famiglie che riescono a scappare da Mosul. Sono poche, solo 42, perchè l’Isil, come conferma l’Onu, trattiene i civili per usarli come scudi umani.

Sul terreno prosegue l’offensiva, che ormai è a soli due chilometri dalla città. Secondo fonti vicine all’esercito iracheno, nell’avanzata sono stati riconquistati almeno 90 villaggi, che erano nelle mani dei miliziani dello Stato islamico.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq, incendio durante la celebrazione di un matrimonio: almeno 113 morti e 150 feriti

Gaza, l'intervista di Euronews al vicedirettore esecutivo del Wfp: rischio carestia

Funzionari Onu a Rafah: ogni volta condizioni peggiori, "la situazione è una pentola a pressione"