Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

TTIP, poche chance di un accordo prima delle elezioni Usa

TTIP, poche chance di un accordo prima delle elezioni Usa
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Buone notizie per gli attivisti e la cittadinanza europea che in questi mesi ha creato un fronte contrario all’area di libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti. Da Bratislava dove si è tenuta la riunione tra i ministri europei del commercio è trapelata la notizia di un allentamento dei negoziati. Almeno fino a quando non sarà formata la nuova amministrazione statunitense.

Contro il TTIP sono emersi in queste ultime settimane anche i dubbi, crescenti, di molte Cancellerie europee, che hanno espresso riserve sul reale beneficio economico di un tale accordo.

Per la Commissione europea, ufficialmente, sono i tempi a essere troppo stretti considerata anche la vastità dei temi su cui Washington e Bruxelles restano in disaccordo.

“I ministri hanno espresso i loro dubbi, soprattutto sulla reale capacità di poter condurre negoziati in tempo per la conclusione della Presidenza Obama. E’ molto probabile che non si riesca a concluderli” ha chiarito la Commissaria Ue Cecilia Malmostrom “Ad ogni modo ha senso continuare i negoziati. Ecco perché parteciperemo comunque al round di incontri previsto a fine ottobre a New York”.

Se il TTIP viene, per così dire al momento congelato resta il nodo del Ceta. Il trattato commerciale con il Canada. I negoziati sono terminati da tempo e Bruxelles intende firmare l’accordo entro il prossimo summit con il Canada in programma nella capitale belga a fine ottobre. Per parte della cittadinanza europea questo significa il proseguire delle proteste.