Turchia: rinviato processo al giornalista accusato di aver insultato Erdogan

Turchia: rinviato processo al giornalista accusato di aver insultato Erdogan
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Cengiz Candar ha annunciato la decisione di lasciare il giornalismo dopo 40 anni di carriera

PUBBLICITÀ

A Istanbul si apre e viene subito rinviato al 31 maggio il processo a carico del giornalista turco Cengiz Candar. Editorialista dei quotidiani liberali Hurriyet e Radikal, rischia quattro anni di carcere per l’accusa di aver “insultato” il presidente Recep Tayyip Erdogan in sette articoli.

Il rinvio è stato disposto in attesa della pronuncia della Corte costituzionale sull’annullamento della norma che introduce il reato di insulto al capo dello Stato.

“Il fatto che gli editoriali e gli articoli di analisi politica siano paragonati a un insulto è dannoso per la democrazia – sostiene l’imputato – la libertà di espressione e la libertà di stampa in Turchia”.

Cengiz Candar ha annunciato la decisione di lasciare il giornalismo dopo 40 anni di carriera. Dall’inizio del 2014, 1.845 casi sono stati aperti per “insulto al presidente” Erdogan. Sotto processo ci sono molti giornalisti, ma anche politici o semplici cittadini, compresi dei minorenni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia, attacco terroristico al tribunale di Istanbul: tre morti e sei feriti

L'Ungheria fa ancora melina sulla Svezia nella Nato, Stati Uniti contrariati

Terremoto in Turchia, 700mila ancora senza casa