EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Crisi migranti: Francia e Germania chiedono più fermezza alle frontiere europee

Crisi migranti: Francia e Germania chiedono più fermezza alle frontiere europee
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I flussi migratori devono essere ridotti in Europa e per questo serve un impegno più forte. Lo chiedono a Bruxelles i ministri dell’Interno di

PUBBLICITÀ

I flussi migratori devono essere ridotti in Europa e per questo serve un impegno più forte. Lo chiedono a Bruxelles i ministri dell’Interno di Francia e Germania, Bernard Cazeneuve e Thomas de Maizièr, in una lettera che è stata appena recapitata alla Commissione europea. Parigi e Berlino vogliono, in particolare, rafforzare il ruolo e le operazioni di Frontex, l’agenzia di coordinamento della sorveglianza delle frontiere esterne dell’Unione Europea.

La Germania dall’inizio dell’anno ha già accolto 965mila migranti.

#Thomas de Maizière: 965.000 Flüchtlinge bis Ende November in Deutschland – DIE WELT https://t.co/HJQF7TEVQX

— Global Pharma News (@pharma_global) 7 Dicembre 2015

Per meglio controllare gli arrivi, Berlino ha deciso di introdurre una carta di identità comune per i profughi in cui saranno inseriti i dati personali e una fotografia.

“È chiaro che questa procedura richiederà più tempo di quello che abbiamo ora a disposizione, ma offre diverse possibilità per utilizzare i dati in altri campi in modo che possa essere accelerato l’intero processo di registrazione e integrazione dei rifugiati”, ha detto Thomas de Maizièr.

Una procedura utile anche a smascherare chi cerca di nascondere le proprie generalità, ha spiegato inoltre il ministro degli Interni tedesco. I centri di registrazione continueranno a prendere le impronte digitali dei richiedenti asilo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Migranti: in Germania è quasi crisi

Anche in Grecia trattori in piazza: gli agricoltori chiedono un maggiore sostegno al reddito

Germania: il parlamento affronta la crescente violenza contro i politici