ULTIM'ORA

Migranti: Germania accelera procedure rimpatrio verso l'Albania

Migranti: Germania accelera procedure rimpatrio verso l'Albania
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione europea discute sul modo di accelerare le procedure di rimpatrio per alcuni Paesi e il governo tedesco ha già approvato alcune misure per accelerare la valutazione delle richieste d’asilo e per dichiarare Albania, Kosovo e Montenegro come Paesi sicuri. Accelerando e intensificando, di fatto, i rimpatri già in corso da tempo verso i Balcani.

“Siamo andati in Germania per lavorare, non per pietire soldi o benefici sociali”, lamenta un albanese. “Siamo andati in un campo rifugiati. Scelta forse sbagliata, ma non è giusto il modo in cui ci hanno trattati, senza nemmeno informarci della decisione positiva o negativa. Ci hanno semplicemente portati fuori dal campo e caricati su un aereo”.

Le condizioni di vita in Albania restano estremamente difficili, il Paese sta ancora completando la transizione verso l’economia di mercato. Un processo complicato dalla caduta del regime comunista avvenuta più tardi rispetto agli altri Paesi d’Europa orientale, e dalle crisi che si sono susseguite nella regione, fino a quella greca.

“Da una parte la crisi greca – spiega il Ministro dell’Interno albanese – ha spinto molti Albanesi verso altri Paesi dell’Unione europea, e dall’altra ha creato l’illusione che te ne puoi andare da qui e trovare soluzioni economiche semplici in altri Paesi”.

Già ora gli albanesi hanno bassissime probabilità di vedersi riconosciuto il diritto d’asilo in Germania, si parla dell’1% dei casi.
Ma la procedura è abbastanza complessa, attualmente, e richiede tempo. Non è facile, una volta respinti, tornare a casa e reinserirsi nella società da cui si voleva fuggire.

“Abbiamo riscontrato molti casi di persone che sono state respinte dai Paesi europei e hanno poi commesso crimini qui in Albania”, dice il capo della polizia di frontiera albanese.

Sono quasi 5.000 ogni mese gli Albanesi che partono per cercare asilo economico in Germania, nonostante i messaggi dissuasivi diffusi da entrambi i governi.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.