EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Fifa: Blatter indagato per appropriazione indebita, Platini respinge le accuse

Fifa: Blatter indagato per appropriazione indebita, Platini respinge le accuse
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sepp Blatter è ufficialmente sotto inchiesta. Dopo avere schivato la bufera giudiziara che nei mesi scorsi ha travolto la Fifa, il numero uno della

PUBBLICITÀ

Sepp Blatter è ufficialmente sotto inchiesta. Dopo avere schivato la bufera giudiziara che nei mesi scorsi ha travolto la Fifa, il numero uno della Federcalcio mondiale è ora formalmente indagato dal procuratore generale della Svizzera, che ha aperto un procedimento penale a suo carico.

Full statement on the Office of the Swiss Attorney General investigation available on http://t.co/sool5M7508http://t.co/erbnfToGjm

— FIFA Media (@fifamedia) 25 Settembre 2015

Blatter è accusato di gestione fraudolenta e appropriazione indebita in due distinte vicende. Una di questa coinvolge anche il presidente della Uefa Michel Platini. Blatter è sospettato di aver pagato in modo fraudolento quasi due milioni di euro al presidente della Uefa nel 2011 per non meglio precisati lavori tra il ’99 e il 2002. Lavori, secondo gli inquirenti, mai effettivamente svolti.

Sia Blatter che Platini sono già stati interrogati. Lo svizzero nelle vesti di imputato, il francese in qualità di testimone. Platini ha respinto tutte le accuse in un comunicato ufficiale: “Riguardo il pagamento che mi è stato fatto – si legge nella nota – vorrei chiarire che è relativo al lavoro che ho fatto sotto contratto con la Fifa, e sarò felice di chiarire tutto con le autorità competenti. Mi hanno fatto delle richieste le autorità che indagano, e ho sempre fornito la massima collaborazione”.

La seconda vicenda per cui è indagato Blatter riguarda i diritti televisivi. Il numero uno della Federcalcio mondiale è sospettato di aver firmato nel 2005 un contratto sui diritti tv sfavorevole alla Fifa con la Confederazione caraibica, all’epoca presieduta da Jack Warner, uno dei primi arrestati quando è scoppiato lo scandalo corruzione.

Gli uomini della procura hanno perquisito l’ufficio di Blatter e altre stanze del quartier generale Fifa, prelevando diversi documenti. Poche ore la Fifa aveva ufficializzato le date della Coppa del Mondo del 2022, che si disputerà in Qatar dal 21 novembre al 18 dicembre.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Fifa, Blatter è indagato: la Svizzera apre un procedimento penale

Gino Mäder non ce l'ha fatta: caduta fatale al Giro di Svizzera

Caso Milan, indagini sulla proprietà e sulla vendita. Le difese del club, Elliott e RedBird