EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La Macedonia riapre le frontiere, via libera a 3.000 migranti

La Macedonia riapre le frontiere, via libera a 3.000 migranti
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Venerdì mattina lacrimogeni sparati ad altezza d'uomo contro i migranti

PUBBLICITÀ

La polizia macedone tenta di bloccare il flusso di migranti e rifugiati che arrivano dalla Grecia. Ma la pressione di migliaia di persone senza altra alternativa costringe le autorità a modificare i piani.

Dopo gli scontri di venerdì mattina, l’Unione europea si dice pronta ad aiutare Skopje e nel primo pomeriggio di questo venerdì circa duecento migranti passano la frontiera.

A partire dalle 5 di sabato, sarà consentito l’ingresso in Macedonia di 300 migranti ogni due ore.

“Ogni gruppo è formato da un centinaio di persone – spiega una perosna che ha apena passato la frotiera – Le autorità macedoni li lasciano passare oltre il confine e, dopo cinque, dieci minuti, altri cento, gruppo dopo gruppo”.

I migranti si ammassano nella cittadina di frontiera di Gevgelija, in attesa di salire sul treno verso la Serbia, da cui sperano poi di raggiungere l’Ungheria e quindi il Nord Europa.

Il governo di Skopje, dopo aver dichiarato lo stato di emergenza, ha tentato di chiudere le frontiere, ma venerdì mattina la situazione è esplosa con i lacrimogeni sparati ad altezza d’uomo. Almeno otto persone sono rimaste ferite.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Macedonia del Nord, incidente diplomatico con Atene durante l'insediamento della nuova presidente

Macedonia del Nord: code alle stazioni di polizia per i nuovi passaporti

Ondata di caldo estremo in Europa meridionale, da bollino rosso 14 città italiane