EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Attacco a barcone migranti mentre Europa decide piano contro scafisti

Attacco a barcone migranti mentre Europa decide piano contro scafisti
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Resta per ora il mistero sull’uccisione di un migrante al largo delle coste libiche. Il racconto di un’altro immigrato, un uomo gambiano di 32 anni

PUBBLICITÀ

Resta per ora il mistero sull’uccisione di un migrante al largo delle coste libiche. Il racconto di un’altro immigrato, un uomo gambiano di 32 anni con un colpo d’arma da fuoco ad un polpaccio ricoverato a Lampedusa, parla di una barca che ha avvicinato il barcone su cui viaggiavano un centinaio di persone, dirette verso le coste siciliane.

La procura di Agrigento ha avviato un’inchiesta che dovrà trovare conferma al racconto del testimone: gli spari contro il barcone, e l’uccisione di un immigrato il cui corpo non è stato rinvenuto, sarebbero stati la reazione ad una richiesta di denaro che gli occupanti del barcone hanno rifiutato.

Il tutto mentre Bruxelles mette a punto il piano per bloccare e distruggere i mezzi degli scafisti prima che salpino dal Nord Africa. Ieri la riunione in Lussemburgo dei Ministri degli Esteri dei Paesi dell’Unione Europea ha dato il via libera alla prima fase della missione EuNavFor.

Si tratta sostanzialmente di un’operazione militare che sarà attiva dal 1 luglio e che vedrà l’impegno di 14 paesi dell’Unione Europea, secondo quanto evidenziato dall’Alta Rappresentante per la Politica Estera Europea Federica Mogherini. La portaerei italiana ‘Cavour’ sarà la nave ammiraglia di una missione cui parteciperanno 5 navi da guerra, 2 sommergibili, 3 aerei da ricognizione marittima, 2 droni e 3 elicotteri. Circa un migliaio i militari implicati nella missione.

L’attacco al barcone dei migranti è accaduto nell’ennesima giornata da record per gli sbarchi e il salvataggio di persone nelle acque del Mediterraneo: 2.518 i migranti tratti in salvo al largo delle coste libiche in un’operazione guidata dalla Guardia Costiera di Roma nel quadro del dispositivo Triton.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Salis esce dal carcere: ai domiciliari in Ungheria in attesa di processo ed elezioni europee

Europee, ultimo sondaggio prima del voto: il Parlamento vira a destra, ma la maggioranza è incerta

Elezioni europee, Procaccini: "La prossima Commissione sarà di centrodestra"