EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Scandalo Fifa, si dimette anche De Gregorio. Colpa di una barzelletta-gaffe

Scandalo Fifa, si dimette anche De Gregorio. Colpa di una barzelletta-gaffe
Diritti d'autore 
Di Debora Gandini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Colpa di una battuta poco gradita o c‘è dell’altro? Sta di fatto che la FIFA continua a perdere pezzi, o meglio teste. Si è dimesso con effetto

PUBBLICITÀ

Colpa di una battuta poco gradita o c‘è dell’altro? Sta di fatto che la FIFA continua a perdere pezzi, o meglio teste. Si è dimesso con effetto immediato Walter De Gregorio, il responsabile della comunicazione strettamente legato al presidente Sepp Blatter. La federazione mondiale del calcio ha fatto sapere che De Gregorio rimarrà come consulente fino alla fine dell’anno.

Lunedì scorso De Gregorio, ospite di una trasmissione su una Tv tedesca, aveva raccontato una barzelletta sulla Fifa, con chiari riferimenti alle attuali vicende giudiziare. Barzelletta che forse a qualcuno molto in alto non è tanto piaciuta.

Intanto il Parlamento europeo ha preparato una mozione con la proposta a Blatter di lasciare subito la carica di presidente. “La FIFA, nella sua forma attuale, come organizzazione non è più in grado di seguire il calcio internazionale. Non sono sufficienti piccoli cambiamenti, ma anche una grande rivoluzione all’interno non basta. La FIFA ha bisogno di ripartire da capo, di una revisione a 360 gradi”, ha detto Tibor Navracsics commissario europeo all’Educazione, cultura, giovani e sport.

Le dimissioni di De Gregorio arrivano a poche settimane dallo scandalo di corruzione che ha gia’ spinto il presidente Blatter a preannunciare le dimissioni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Scozia, il primo ministro Humza Yousaf si dimette prima del voto di sfiducia

Ucraina: arrestato e poi rilasciato su cauzione il ministro dell'agricoltura Mykola Solsky

Spagna: la strategia di Sánchez per rispondere alle accuse dell'opposizione