Arrestato in Italia sospetto terrorista della strage al museo di Tunisi. Vi morirono anche 4 italiani

Arrestato in Italia sospetto terrorista della strage al museo di Tunisi. Vi morirono anche 4 italiani
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

Un marocchino di 22 anni è stato arrestato nel milanese per la strage al museo Bardo di Tunisi.

È ritenuto responsabile della pianificazione e dell’esecuzione dell’attacco terroristico che ha causato 24 morti, fra cui 4 italiani, e 45 feriti.

Si chiama Abdel Majid Touil si trovava in Italia un mese prima della strage. Il 17 febbraio era sbarcato in Sicilia, a Porto Empedocle, da un barcone. Qui era stato identificato insieme ad altre 97 persone e aveva ricevuto un provvedimento di espulsione dal questore di Agrigento. Anche il foglio di via indica la stessa data: 17 febbraio. Da quel momento, Majid sparisce.

Secondo le accuse sarebbe riemerso a Tunisi per la strage.

Un fantasma per gli inquirenti. “Abbiamo soltanto un’identificazione del febbraio 2015, allorquando era stato identificato nel corso di uno sbarco ad Agrigento e munito di provvedimento di espulsione. Per il resto non abbiamo nessun’altra informazione su di lui”

Le autorità tunisine, da cui è partito l’ordine di cattura, ritengono Touil Abdel Majid tra i responsabili sia a livello di pianificazione che di esecuzione materiale dell’atto terroristico che il 18 marzo.

L’uomo dovrebbe essere estradato verso il Marocco. Lì rischia la pena di morte.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Italia Paese più vecchio d'Europa: preoccupati gli economisti

Napoli: voragine stradale al Vomero, aperta un'inchiesta

Roma: temperature alte, prima domenica al mare a febbraio