EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Stretta di mano con qualche riserva tra Putin e Poroshenko.

Stretta di mano con qualche riserva tra Putin e Poroshenko.
Diritti d'autore 
Di Debora Gandini
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Ottimismo ma anche un pizzico di cautela. Perchè se sul cessate il fuoco Putin e Poroshenko si sono trovati alla fine totalmente in sintonia, il

PUBBLICITÀ

Ottimismo ma anche un pizzico di cautela. Perchè se sul cessate il fuoco Putin e Poroshenko si sono trovati alla fine totalmente in sintonia, il Presidente ucraino ha fatto sapere che c’e’ ancora molto lavoro da fare.

“Posso affermare”ha detto Poroshenko“che l’accordo più importante che abbiamo raggiunto è che dalla mezzanotte del 15 di febbraio, dovrà entrare in vigore il cessate il fuoco senza condizioni. Step sucessivo: entro 19 giorni tutti i detenuti dovranno essere rilasciati. Perchè 19? Perchè si avranno 14 giorni per il ritiro dell’artiglieria pesante e 5 per completare il ritiro totale di militari e quindi il rilascio finale di tutti gli ostaggi”.

Su un punto Poroshenko è stato chiarissimo: no alla richiesta di concedere uno statuto federalista, né di autonomia per le regioni nell’est del paese rivendicate dai ribelli separatisti filorussi. Intanto il Presidente ha incassato dal Fondo monetario internazionale l’estensione del programma di assistenza finanziaria da 17,5 miliardi di euro a circa 40 miliardi di dollari per quattro anni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bielorussia: l'intervista di Euronews allo scrittore Sasha Filipenko

Bielorussia, oppositori e media celebrano la Giornata della Libertà

Guerra in Ucraina: Polonia e Russia aumentano la presenza militare ai confini