EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Charlie Hebdo: in Piccardia notte di caccia ai presunti attentatori

Charlie Hebdo: in Piccardia notte di caccia ai presunti attentatori
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

La caccia ai presunti autori della strage nella redazione di Charlie Hebdo prosegue in Piccardia, nel nord-est della Francia. I corpi di elite della

PUBBLICITÀ

La caccia ai presunti autori della strage nella redazione di Charlie Hebdo prosegue in Piccardia, nel nord-est della Francia. I corpi di elite della polizia e della gendarmeria sono alla ricerca dei fratelli Kouachi, assistite da cinque elicotteri dotati di telecamere termiche.

Non è ancora chiaro se i presunti attentatori abbiano abbandonato la seconda auto su cui circolano da mercoledì, come sostengono alcuni media francesi: non c‘è stata conferma da parte della polizia.

Cherif e Said Kouachi, 32 e 34 anni, giovedì mattina sarebbero fuggiti verso l’Aisne e l’Oise, le zone dove sono dispiegati i reparti speciali, in particolare attorno alle cittadine di Villers-Cotterets e Crepy en Valois, circa 20 chilometri quadrati, fitti di foreste e di grotte.

Le unità di elite sono state inviate in questa zona dopo che, giovedì mattina, i due presunti attentatori sono stati visti in una vicina stazione di servizio, a 80 chilometri da Parigi. Armati di kalashnikov, hanno rapinato il gestore che li ha riconosciuti visto che agivano a volto scoperto. Nell’auto trasporterebbero un lanciarazzi.

In seguito gli uomini delle unità speciali hanno perlustrato le abitazioni di diverse località della zona. Nella regione di Parigi e in Piccardia è in vigore la massima allerta attentati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Olimpiadi Parigi 2024: le misure di sicurezza per la cerimonia di apertura dei Giochi

VivaTech 2024: l'AI al centro dell'attenzione alla fiera tecnologica francese

Proteste pro-Gaza: le università si mobilitano in numerose città di tutto il mondo