ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Horror britannico in salsa di seconda guerra mondiale

Horror britannico in salsa di seconda guerra mondiale
Dimensioni di testo Aa Aa

Quando un gruppo di orfani è costretto a lasciare Londra in preda ai bombardamenti nazisti Eve (Phoebe Fox) e Jean (Helen McCrory) portano tutti nella profonda campagna britannica. 40 anni dopo la prima edizione rispunta il film horror “Woman in Black: Angel of Death” che schiude paesaggi soprannaturali.

Phoebe Fox, attrice: “Abbiamo girato in alcuni siti davvero spaventosi, dentro cantine e antiche prigioni. Tutto in penombra. Tutto era molto cupo”.

Eve si rende conto che l’edificio in cui abitano nasconde dei misteri e qualcuno dei bambini sparisce, cosi’ decide di chiedere aiuto ad un bel pilota interpretato da Jeremy Irvine.

Jeremy Irvine, attore:
“Cosa c‘è di bello nel mio personaggio? Ci si rende conto che non tutto è cosi’ semplice ma certo volevo che il suo ingresso sulla scena diventasse una presenza rassicurante, il pubblico doveva sentirsi al sicuro. Poi non tutto è come sembra”.

Eve si accorge che non è una coincidenza il fatto di essere andata ad abitare nella casa della “signora in nero”.

Phoebe Fox, attrice:
“Ci sono molti giocattoli spaventosi nel film anche un scimietta che cadeva costantemente dal tavolo e diventava una cosa comica. Non faceva neanche un suono divertente”.

“Woman in Black: Angel of Death” è già in distribuzione in quasi tutta l’Europa.