Florida, per le nozze gay arriva il definitivo sì

Florida, per le nozze gay arriva il definitivo sì
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Da martedì 6 gennaio potranno essere celebrate in tutto lo Stato. L'emendamento inserito da Jeb Bush che le proibiva considerato incostituzionale.

PUBBLICITÀ

Nella contea di Miami-Dade sin dal pronunciamento lunedì di un giudice locale, nel resto della Florida da martedì per via di un tribunale federale, i matrimoni gay diventano definitivamente legali.

Gay marriage in #Florida begins tonight. http://t.co/QXApUlFb7D#LGBTpic.twitter.com/57vzoZyTRF

— Miami New Times (@MiamiNewTimes) 5 Gennaio 2015

La penisola sarà, così, il 36mo stato americano a consentire la celebrazione di nozze tra persone dello stesso sesso.

Subito festa per le sei coppie che avevano fatto ricorso alla corte.

Una delle due lei di una coppia lesbica, entrambe vestite di bianco ha commentato così: “siamo insieme da 15 anni. La nostra famiglia sarà come ogni altra famiglia, il nostro amore vale quanto gli altri e nostro figlio avrà finalmente una famiglia e non sarà un cittadino di seconda classe”.

La lunga querelle nacque nel 2007, con l’inserimento da parte di Jeb Bush, al termine del suo mandato da governatore, di un emendamento alla Costituzione che definiva il matrimonio l’unione legale solo di uomo e donna.

I matrimoni omosessuali furono, così, esplicitamente banditi a partire dal 2008. Da lì una valanga di ricorsi per una norma considerata incostituzionale in quanto discriminatoria, le sentenze di primo grado e i conseguenti ricorsi.

Da ora in poi, fiori d’arancio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Arma nucleare spaziale russa: la Casa Bianca abbassa i toni

Usa, morti e feriti in sparatoria in una stazione della metro nel Bronx a New York

Senato Usa: via libera al pacchetto di aiuti da 60 miliardi di dollari, soddisfatto Zelensky