ULTIM'ORA

Dimissioni del Papa: il commento di una vaticanista

Dimissioni del Papa: il commento di una vaticanista
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Manuela Scarpellini, euronews:
“In collegamento con noi da Roma c‘è la vaticanista Angela Ambrogetti. Ha al suo attivo diverse pubblicazioni sulla Santa Sede e sui Pontefici. Le chiediamo un commento sulle dimissioni di Benedetto XVI”.

Angela Ambrogetti, vaticanista:
“La notizia naturalmente ha preso tutti di sorpresa, anche se c’erano dei segnali che si potevano forse anche riconoscere nei mesi passati di organizzazione del Papa per una fine del pontificato, ma tutti quanti pensavamo che un pontefice anziano stesse semplicemente preparando il momento naturale della dipartita. Invece Benedetto XVI ha dimostrato di essere molto più moderno di quanto noi non potessimo immaginare e ci ha sorpresi tutti con queste dimissioni”.

euronews:
“Ma a sorprendere sono le dimissioni oppure la tempistica dell’annuncio?”

Angela Ambrogetti:
“Sicuramente le dimissioni in se stesse, perché se pensiamo che l’unico altro pontefice che si è dimesso nella storia è Celestino V, si parla di 700 anni fa, chiaramente questo ha sorpreso. La tempistica non tanto, nel senso che sicuramente Benedetto XVI ha 86 anni, è una persona anziana, è una persona che sente di non essere più in grado di compiere al meglio e al massimo il suo incarico, quello di essere guida della Chiesa universale e ha deciso quindi di passare la mano, secondo quello che d’altra parte recita il Diritto Canonico”.

euronews:
“A questo proposito, il Papa ha fatto riferimento a problemi fisici e anche spirituali. Ma tutti si chiedono se questo sia davvero il motivo della sua scelta oppure se ci siano scelte più profonde”.

Angela Ambrogetti:
“Lui aveva già detto: ‘Non lascerei mai la Chiesa in un momento di difficoltà, ma se io sentissi di non essere più capace di essere alla guida della Chiesa, mi dimetterei’. Quindi era molto chiara la sua posizione. Lui in questo momento non si sente più capace per motivi fisici: lo abbiamo visto oramai da qualche anno aver preso la pedana per muoversi dentro San Pietro e anche in altre condizioni e in altre situazioni. Più che per motivi spirituali, si direbbe psichici: è chiaro che l’età dà dei problemi anche a una mente così lucida e illuminata come quella del Papa”.

euronews:
“Quanto peso hanno avuto invece su questa scelta gli scandali che hanno coinvolto la Santa Sede, quello sulla pedofilia, per esempio, e l’altro sulle carte segrete svelate?”

Angela Ambrogetti:
“Credo nessuno, nel senso che il Papa ha voluto esattamente fare il contrario, cioè far sì che questi problemi fossero risolti prima di andarsene. Per quanto riguarda, per esempio, il problema degli abusi sessuali, in questo momento le Conferenze Episcopali di tutto il mondo stanno studiando delle linee guida per affrontare il problema. Stessa cosa si può dire per Vatileaks, anzi, addirittura c‘è qualcuno che immagina che il Papa volesse dimettersi già qualche tempo fa e abbia voluto concludere questa triste vicenda, questa vicenda di cronaca di Vatileaks proprio per lasciare, come si suol dire, tutto in ordine”.

euronews:
“Qual è a tuo avviso il successore più probabile dopo Benedetto XVI e perché?”

Angela Ambrogetti:
“Probabilmente sarà ancora un europeo, ma è tutto talmente nuovo, anche per noi che siamo abituati, come nel mio caso, da 25 anni a seguire il Vaticano, è tutto talmente nuovo, originale e inatteso che dovremo veramente seguire con occhi nuovi e anche con più attenzione i fatti, piuttosto che le illazioni e dovremo seguire le cose che succederanno da qui al 28 e poi nei primi giorni di marzo”.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.