ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ecco le "star" dello show

Ecco le "star" dello show
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono senza dubbio le “vedette” dell’edizione 2010 di Farnborough: il Boeing 787 e l’Airbus 400M. E, come tutte le “star” che si rispettino, si sono fatte desiderare, concesse un po’ agli sguardi del pubblico e poi ripartite, dopo soli due giorni. Il 787 rappresenta la nuova generazione di aerei di linea, costruito principalmente in materiali compositi e con un’innovativa catena di produzione. In ritardo di due anni sul programma, i primi esemplari dovrebbero essere consegnati alla fine dell’anno, salvo ulteriori ritardi.

L’Airbus 400 M è un aereo militare da trasporto. Il suo sviluppo è indietro di circa 4 anni e costerà il 50 per cento in più del previsto. I 7 governi che l’hanno ordinato hanno concordato, nel marzo scorso, di fornire ulteriori risorse. Ma i tagli alla difesa previsti da vari Paesi potrebbero creare nuovi problemi?

“Francamente, non lo so – risponde Thomas Emders, presidente e amministratore delegato di Airbus -. Certo, siamo un po’ preoccupati. Ma sappiamo che i nostri 7 clienti hanno bisogno di questo aereo. Non abbiamo altre conclusioni da trarre oggi e siamo impegnati a finalizzare l’accordo di principio firmato con i governi all’inizio di marzo”.

Progettato per soddisfare le esigenze di trasporto truppe e materiali per le forze armate europee, questo aereo promette performance particolari, non esclusa la possibilità di fare marcia indietro quando è a terra. La speranza del costruttore e dei suoi clienti è che anche l’intero progetto non finisca per tornare al punto di partenza.