Italia, governo al lavoro sul Pnrr tra i dubbi e il plauso di Bruxelles

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Il premier italiano Giorgia Meloni
Il premier italiano Giorgia Meloni   -   Diritti d'autore  Diritti d'autore Andrew Medichini/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

Gli impegni con Bruxelles sono da rispettare pur tra le mille difficoltà emerse. Dopo il monito sul Piano nazionale di ripresa e resilienza per il Sistema-Italia arrivato dal presidente della Repubblica Mattarella per evitare il peggio, il premier Giorgia Meloni ha rassicurato classe politica e sindacati. Il governo ha detto raggiungerà gli obiettivi del Pnrr.

Tradotto l’esecutivo deve raggiungere i 55 obiettivi entro il 31 dicembre per accedere alla terza rata da 21,8 miliardi di euro. 19 da erogare al netto del prefinanziamento.  La mole di lavoro, con la Manovra di mezzo, è enorme. Bisogna completare il programma di riforme a partire dal settore della giustizia. E poi infrastrutture, revisione della spesa, inclusione sociale, energia e ambiente, transizione digitale.

Mentre da una parte la finanziaria messa in campo dal governo Meloni ha suscitato forti perplessità nei giorni scorsi da Bankitalia, Cnel, Corte dei Conti, parlando perfino di una bocciatura, dall'altra è arrivato il plauso dal numero uno della Commissione europea

La Presidente Ursula von der Leyen, nel suo intervento alla cerimonia che si è tenuta all'Università Bocconi di Milano, ha sottolineato che l’Europa è forte se l’Italia è forte. E gli effetti del Pnrr già si vedono”. “L'Italia sta ricevendo più di 190 miliardi di euro per investimenti e riforme. Quasi 67 miliardi di euro già consegnati: il loro impatto sta iniziando a essere visibile”, ha aggiunto la von der Leyen.

“L'Italia è un esempio perfetto della capacità di gestire e compensare il fatto che Putin ha tagliato le esportazioni tramite i gasdotti dell'80% negli ultimi 8 mesi, ha detto. Ora c'è più Italia in Europa”. La presidente ha ribadito l'importanza che i fondi del Pnrr rivestono per il nostro Paese: Next Generation EU ha promosso “alcune riforme cruciali che gli italiani attendevano da anni.” Come dire avanti con il lavoro svolto fino ad ora.