ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Colonia: protesta dopo le aggressioni


Germania

Colonia: protesta dopo le aggressioni

Manifestazione di protesta, martedì sera a Colonia, contro la serie di aggressioni avvenute la notte di Capodanno.

In giornata si è tenuta anche una riunione dell’unità di crisi per fare il punto sulle indagini e valutare come contrastare quello che le forze dell’ordine considerano un nuovo tipo di criminalità.

Nel giro di poche ore almeno 90 donne sono state aggredite, molestate o derubate.

Una di loro racconta tra le lacrime: “Hanno toccato me e le mie amiche, mi hanno toccato in mezzo alle gambe. Il mio ragazzo mi ha trascinato via. Erano un gruppo nutrito, forse trenta o quaranta uomini.”

Una donna è stata stuprata, altre ferite.

“Ho sentito un sibilo nel mio cappuccio” ricorda Jenny “e ho cercato in qualche modo di tirare fuori il petardo. Poi è caduto nella mia giacca e tutto ha preso fuoco. Le cicatrici rimarranno. Sono stata fortunata perché non è esploso.”

Il sindaco Henriette Reker ha definito inaudito quanto accaduto, ma ha anche risposto a coloro che accusano la politica di accoglienza del governo.

“Non ci sono elementi per affermare che i responsabili delle aggressioni siano tra le persone accolte a Colonia come rifugiati”, ha detto.

Con Reker ha parlato al telefono la cancelliera Angela Merkel, che ha chiesto una dura risposta dello Stato di diritto alle aggressioni.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Libia

Libia: Isil attacca i pozzi petroliferi di Sidra