ULTIM'ORA

Lettura in corso:

COP 21: è corsa contro il tempo per trovare un accordo


Francia

COP 21: è corsa contro il tempo per trovare un accordo

Quasi due settimane non sono bastate a circa 195 delegazioni per mettersi d’accordo nel produrre un documento vincolante sulla limitazione dei gas ad effetto-serra.

In un tentativo abbastanza disperato la presidenza francese, presieduta dal ministro degli esteri Laurent Fabius, ha distribuito una bozza di 29 pagine con nuove proposte, ma il tempo è ormai poco fino a questo venerdì, giorno di chiusura del summit. Alcuni paesi si sono addirittura messi di traverso di fronte a un compromesso troppo stringente che potrebbe costituire un rallentamento della loro crescita economica.

Il segretario di Stato americano John Kerry però, resta convinto che il risultato finale sarà un successo: “Siamo determinati, non ho mai visto in tutta la mia vita 140 capi di governo che siano venuti a Parigi lo stesso giorno con un compito preciso. Tutti sanno, come noi, e lo hanno detto chiaramente, che siamo a un punto di svolta. Stiamo per trovare un consenso che non è mai esistito prima”.

L’obiettivo è quello di contenere al di sotto dei due gradi centigradi l’aumento delle temperature da qui alla fine del secolo, qualcosa che sembra difficilmente raggiungibile vista la riluttanza di molti governi soprattutto a impegnarsi economicamente. Molte le proteste nella città delle luci contro multinazionali come la Danone, o di fronte al Louvre contro la Eni e la Total.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Time: la persona dell'anno è Angela Merkel, "Cancelliera di un mondo libero"