EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
L'ammasso di galassie di Perseo ripreso dal telescopio Euclid dell'ESA.
L'ammasso di galassie di Perseo ripreso dal telescopio Euclid dell'ESA. Diritti d'autore ESA
Diritti d'autore ESA
Diritti d'autore ESA

L'Esa rivela le prime straordinarie immagini del telescopio Euclid: l'universo come non l'avete mai visto

Di David Walsh
Pubblicato il
Condividi questo articolo
Condividi questo articoloClose Button

Nelle immagini appena rilasciate dal telescopio Euclid, l'Agenzia spaziale europea ha offerto uno scorcio di galassie lontane mai viste prima

PUBBLICITÀ

L'Agenzia spaziale europea (Esa) ha presentato le prime straordinarie immagini del telescopio Euclid.

Le foto a colori offrono il più chiaro scorcio del cosmo, mentre il telescopio continua la sua missione per svelare i misteri delle zone più lontane dello spazio, conosciute come "universo oscuro".

Il telescopio Euclid è stato lanciato a luglio a bordo di un razzo SpaceX da Cape Canaveral, negli Stati Uniti, con una missione di sei anni per esplorare un'area dello spazio distante 1,5 milioni di km.

Ha impiegato un mese per raggiungere la sua destinazione e ora ha iniziato a inviare le sue scoperte sulla Terra, continuando a indagare su come la materia e l'energia oscura abbiano influenzato il modo in cui il nostro universo appare oggi.

"La materia oscura unisce le galassie e le fa ruotare più rapidamente di quanto la sola materia visibile possa fare, l'energia oscura è alla base dell'espansione accelerata dell'universo: Euclid permetterà per la prima volta ai cosmologi di studiare insieme questi misteri oscuri in competizione tra loro - ha dichiarato la direttrice scientifica dell'Esa, Carole Mundell - Euclid farà fare un balzo in avanti alla nostra comprensione del cosmo nel suo complesso e queste immagini dimostrano che la missione è pronta a rispondere a uno dei più grandi misteri della fisica moderna".

More than 100,000 distant galaxies in the Perseus Cluster were picked up by Euclid's infrared imaging.
More than 100,000 distant galaxies in the Perseus Cluster were picked up by Euclid's infrared imaging.ESA

Qual è la missione di Euclid?

Osservando le forme, le distanze e i movimenti di miliardi di galassie a dieci miliardi di anni luce di distanza con sensori a infrarossi, il team che sta dietro a Euclid spera di creare la più grande mappa cosmica in 3D mai realizzata.

Chiamato così in onore di Euclide, l'antico matematico greco, il telescopio esplorerà miliardi di galassie coprendo più di un terzo del cielo.

I rivelatori a infrarossi di Euclid, forniti dall'agenzia spaziale statunitense Nasa (che lancerà anche il suo telescopio Roman nel 2027), gli consentono di creare un'immagine straordinariamente chiara di un'enorme porzione di cielo in una sola seduta.

Le immagini appena rilasciate hanno permesso al team di zoomare su galassie lontane e mai viste prima.

"Non abbiamo mai visto immagini astronomiche come queste, con così tanti dettagli: sono ancora più belle e nitide di quanto potessimo sperare e ci mostrano molte caratteristiche inedite in aree ben note dell'universo vicino. 

Ora siamo pronti a osservare miliardi di galassie e a studiarne l'evoluzione nel tempo cosmico", ha dichiarato Rene Laureijs, scienziato capo della missione.

"I nostri elevati standard per questo telescopio sono stati ripagati: la presenza di così tanti dettagli in queste immagini è merito di un design ottico speciale, di una produzione e di un assemblaggio perfetti del telescopio e degli strumenti, nonché di un puntamento e di un controllo della temperatura estremamente accurati", ha aggiunto il responsabile del progetto Euclid, Giuseppe Racca.

Light from distant galaxies that were previously unseen took over 10 billion years to reach Earth.
Light from distant galaxies that were previously unseen took over 10 billion years to reach Earth.ESA

Cosa si vede nelle immagini?

Per la prima volta, gli scienziati sono riusciti a distinguere molte galassie deboli che prima non si vedevano.

Una delle immagini più sbalorditive è quella delle 1.000 galassie appartenenti all'Ammasso di Perseo e delle oltre 100.000 galassie aggiuntive più lontane sullo sfondo.

Alcune delle galassie ora visibili nei minimi dettagli grazie alle immagini di Euclid sono così lontane che la loro luce ha impiegato dieci miliardi di anni per raggiungerci.

PUBBLICITÀ
Euclid's view of the spiral galaxy IC 342, known as the "Hidden Galaxy," which is similar to the Milky Way.
Euclid's view of the spiral galaxy IC 342, known as the "Hidden Galaxy," which is similar to the Milky Way.ESA

Gli scienziati ritengono che ammassi di galassie come Perseo possano essersi formati solo se nell'universo è presente la materia oscura.

Euclid continuerà a osservare numerosi ammassi di galassie come Perseo, rivelando l'elemento "oscuro" che li tiene insieme.

Una delle prime galassie osservate da Euclide è la cosiddetta "Galassia Nascosta", nota anche come Ic342 o Caldwell 5.

Simile nell'aspetto alla nostra Via Lattea, Euclid è stato in grado di svelare informazioni vitali sulle stelle di questa galassia utilizzando i suoi rilevatori a infrarossi.

PUBBLICITÀ

Video editor • Aisling Ní Chúláin

Condividi questo articolo

Notizie correlate