Flossie Donnelly, la Greta irlandese che pulisce le spiagge dalla plastica

Flossie Donnelly, la Greta irlandese che pulisce le spiagge dalla plastica
Diritti d'autore 
Di Maria Irene GiuntellaMéabh Mc Mahon
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Flossie Donnelly è una studentessa di 12 anni e un'attivista del clima.

PUBBLICITÀ

Già un nome noto in Irlanda con il suo documentario personale, Flossie Donnelly è una studentessa di 12 anni e un'attivista del clima. La ragazza ha l'hobby di pulire le spiaggie vicino casa sua a sud di Dublino.

"Pulire le spiagge non è ciò che i bambini dovrebbero fare sempre. Voglio dire, non fraintendermi, in realtà mi diverto. Ma no, non è qualcosa che dovrei fare. Non ci dovrebbe essere bisogno" racconta Flossie Donnelly.

Oltre a raccogliere rifiuti di plastica, Flossie partecipa alle manifestaioni settimanali del venerdì per il clima. La sua ispirazione: la teenager svedese Greta Thunberg.

"Immagino Greta come un'attivista straordinaria, la ragazza che risolverà i cambiamenti climatici e non rinuncerà . Lei è incredibile" ha raccontato.

A soli 12 anni è già  attiva nella vita pubblica , Flossie non ha paura di  vedere la sua immagine girare su Internet:

"Nessuno mi ha mai fatto passare una brutta esperienza sui social media. Ho avuto un paio di commenti che in realtà mi fanno ridere più di ogni altra cosa. E questo è solo come i messaggi che si inviano a Greta su Instagram. Questo dimostra che quando sei così in alto, le persone vogliono solo vederti cadere".

Nei media locali e nazionali, Flossie è soprannominata la Greta irlandese. Sono stati scritti numerosi articoli su di lei e sui suoi sforzi.  Flossie ha un messaggio forte per i politici:

"Mi aspetto che i politici facciano qualcosa al riguardo e trovino e risolvano problemi con gli altri paesi, vietino i combustibili fossili, dobbiamo fermare l'effetto serra e smettere di produrre e tanta carne".

La famiglia di Flossie ha iniziato a mangiare meno carne e a volare di meno. Hanno persino smesso di accendere  i riscaldamenti a casa. Ma dietro le luci, le telecamere e l'attivismo, Flossie è ancora solo una bambina con grandi sogni per il suo futuro.

"Quando finisco la scuola, voglio essere una biologa marina di giorno e poi avere una band o essere una rock star di notte".

E nel frattempo, continuerà a fare pressione sui politici e a manifestare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stato dell'Unione: i problemi che alimentano la rabbia antidemocratica

Esclusivo - Charles Michel: "Spero che il contrattacco israeliano all'Iran ponga fine all'escalation"

Di fronte a Stati Uniti e Cina, i leader dell'Ue chiedono un accordo globale sulla competitività