EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Rifugiati, dopo Lampedusa aperto a Lesbo un altro hotspot

Rifugiati, dopo Lampedusa aperto a Lesbo un altro hotspot
Diritti d'autore 
Di Arianna Sgammotta
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Dopo quello di Lampedusa è stato inaugurato anche in Grecia, sull’isola di Lesbo il primo centro di registrazione e accoglienza dei rifugiati in

PUBBLICITÀ

Dopo quello di Lampedusa è stato inaugurato anche in Grecia, sull’isola di Lesbo il primo centro di registrazione e accoglienza dei rifugiati in arrivo in Europa. Il Commissario Avramopoulos e il Ministro degli esteri lussemburghese Jean Asselborn si sono recati sull’isola ellenica In occasione dell’apertura del nuovo Hotspot.

“Altri centri sono previsti su altre isole come, Samos, Kos, Leros e Chios. Si pensa anche, ma la decisione spetta alle autorità greche, di procedere all’apertura di altri centri anche nell’entroterra, in modo da facilitare i ricollocamenti” ha spiegato Jean Asselborn.

Nonostante gli entusiasmi di Bruxelles, a Lesbo la realtà quotidiana resta difficile. L’hotspot entrato in funzione permette sì il primo screening tra i migranti in arrivo, ma non si occupa dell’accoglienza di chi viene ritenuto idoneo alla richiesta di asilo, né della futura destinazione di chi deve essere rimpatriato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Zelensky si ferma in Irlanda per incontrare il premier Harris

Guerra in Ucraina: attacchi con droni da entrambe le parti, due morti a Kherson

Serbia: Vučić accusa i Paesi occidentali di voler rallentare l'adesione all'Ue