OCSE: "Economia globale tornerà al livello pre-pandemia entro il 2022"

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore Mary Altaffer/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tuttavia, la ripresa sarà disomogenea e il tenore di vita in molte economie sviluppate sarà ancora ben al di sotto dei livelli previsti prima del coronavir

PUBBLICITÀ

Secondo l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), l'economia globale tornerà al livello pre-pandemia entro il 2022.

Tuttavia, la ripresa sarà disomogenea e il tenore di vita in molte economie sviluppate sarà ancora ben al di sotto dei livelli previsti prima del coronavirus.

Stando a quanto emerge dalle prospettive economiche presentate a Parigi, il prodotto interno lordo mondiale crescerà del 5,8% nel 2021, per poi rallentare al +4,4% nel 2022.

Il PIL dell'Eurozona crescerà invece del 4,3% nel 2021 per poi aumentare leggermente l'anno venturo.

Nel 2021, il prodotto interno lordo dell'Italia crescerà al 4,5%, di concerto con la campagna di vaccinazione, e si assesterà al 4,4% nel 2022.

Koji Sasahara/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoKoji Sasahara/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.

"Sulla base delle politiche esistenti - dice Laurence Boone, capo economista dell'OCSE - l'area euro impiegherà circa un anno in più rispetto agli Stati Uniti per tornare al livello pre-pandemico, c'è ancora tanto da fare.

Durante questa fase di emergenza, c'è stato un grande sostegno a tutti e penso sia stato opportuno: ora siamo in una sorta di fase di transizione, quindi la politica deve spostarsi verso un sostegno più mirato e anche verso gli investimenti".

- Come assicurarsi che, dopo una crisi così straordinaria - chiede la giornalista Sasha Vakulina - ripresa e crescita siano più focalizzate sul sociale e verso le persone?

- Ora, anche la transizione deve essere straordinaria, si tratta di aiutare le persone e le imprese la cui attività è compromessa, ma si tratta anche di investimenti di qualità, i Governi devono prepararsi per tali eventi.

Per questo, hanno bisogno di migliorare il sistema sanitario e educativo, ma devono anche investire nel clima e nella digitalizzazione: questa è una grande richiesta da parte dei Governi ed occorre intensificare e rinnovare davvero il modo in cui guardano alle loro politiche di bilancio, per assicurarsi di poter affrontare tutte queste sfide in futuro".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Ocse compie 60 anni

L'aspetto fisico dei vostri genitori può avere conseguenze sul vostro portafoglio. Ecco come

Ecco chi è l'uomo più ricco del mondo. Ha superato Elon Musk