EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il Mose proteggerà Venezia per i prossimi 100 anni

Picco di marea in mare di 114 centimetri , in città di 84
Picco di marea in mare di 114 centimetri , in città di 84
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 31 AGO - Il Mose proteggerà Venezia e la sua laguna per i prossimi 100 anni. A confermarlo è lo studio effettuato dall'Institut de la Corrosion di Brest commissionato da Elisabetta Spitz, Commissario Straordinario per il Mose, con l'obiettivo di determinare la durata nel tempo dei tensionatori, uniche parti meccaniche dell'opera ad essere state corrose in minima parte dopo 13 anni ed esclusivamente nella barriera di Treporti. Il "Piano globale di studio e ispezione per la determinazione del ciclo di vita dei tensionatori del Mose" è stato illustrato oggi dal direttore dell'Istituto, il prof. Nicolas Larché, al Provveditore interregionale per le Opere Pubbliche di Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, Tommaso Colabufo, al Commissario liquidatore del Consorzio Venezia Nuova, Massimo Miani, e ai rappresentanti di Fincantieri. L'analisi è stata eseguita su tutti i tensionatori di ogni bocca di porto e rispetto alle indagini precedenti, basate esclusivamente su modelli teorici, sono state eseguite prove di laboratorio specifiche di meccanica di frattura su campioni prelevati in sede. Le ispezioni e le misurazioni sul campo hanno permesso di prevedere il ciclo di vita e stabilire la strategia di manutenzione, confermando l'affidabilità delle procedure già avviate: il condizionamento delle gallerie e l'applicazione del grasso riducono drasticamente l'attacco corrosivo alimentato dall'acqua. Hanno dato esito positivo anche le prove per determinare l'andamento delle curve di propagazione dei difetti nel tempo eseguite sotto sforzo durante i sollevamenti. Nel corso delle ispezioni, inoltre, sono stati installati dei sensori di corrosione atmosferica in punti strategici e in particolare all'interno dei carter e vicino agli elementi più corrosi, ottimizzando così le stime sul ciclo di vita. Con il ciclo manutentivo ordinario e straordinario, impostato già nelle ispezioni precedenti, la modesta corrosione individuata sui tensionatori non inficia il funzionamento del Mose per i prossimi 100 anni. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: razzi di Hamas contro Israele, sirene a Tel Aviv

Stati Uniti: Donald Trump contestato alla convention del Partito Libertario

Presidenziali in Lituania: cittadini al voto per la sfida tra Nausėda e Šimonytė