EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Ucciso con fiocina: ipotesi omicidio volontario aggravato

27enne in carcere, a Sirolo fiori per la vittima
27enne in carcere, a Sirolo fiori per la vittima
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 28 AGO - Omicidio volontario aggravato dai futili motivi è l'ipotesi di reato a carico di Melloul Fatah, operaio 27enne algerino, in stato di fermo per la morte di Klajdi Bitri, un 23enne albanese, anche lui operaio, trafitto da un colpo di fiocina durante una lite per motivi di viabilità ieri pomeriggio a Sirolo. Dall'alba di oggi Melloul Fatah si trova nel carcere di Montacuto ad Anona: la scorsa notte, sentito dai carabinieri nella caserma di Osimo, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Al momento resta estranea alle indagini la fidanzata del 27enne, che era con lui a bordo di un'automobile Opel di colore scuro, durante il diverbio finito in tragedia e poi, dopo circa 4 ore, nel momento in cui l'uomo è stato immobilizzato dai carabinieri a Falconara Marittima. Intanto a Sirolo qualcuno ha portato dei fiori nei pressi della rotatoria dove è avvenuto l'omicidio: ci sono un mazzo confezionato, un lumino, ma anche fiori sparsi, colti in qualche giardino, e un piccolo cartello: "Non si può morire così!". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Euro 2024, l'Italia non passa con la Spagna: 1-0 per le Furie Rosse

A Shepetivka, in Ucraina, il doposcuola tra armi e addestramento militare

Kenya, proteste e sconti nelle strade di Nairobi