Truffavano donne sole con falsi profili social, 8 arrestati

In 3 anni il gruppo criminale aveva 'incassato' 400 mila euro
In 3 anni il gruppo criminale aveva 'incassato' 400 mila euro
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Utilizzavano falsi profili social, con descrizioni e foto affascinanti, per convincere le vittime a inviare loro denaro. Questo il modus operandi degli otto criminali arrestati oggi dalla polizia di Stato, su richiesta del gip di Roma, per i reati di truffa aggravata, riciclaggio e sostituzione di persona. L'indagine odierna, che si inserisce nel contrasto alle cosiddette 'truffe romantiche', muove i passi dalla denuncia di una signora contattata su Facebook da tale "Larry Brooks", sedicente ufficiale dell'esercito statunitense, di stanza in Siria, con la foto profilo raffigurante un affascinante uomo di mezza età. Tra i due si instaurava una vera e propria relazione sentimentale tanto che la vittima, credendo alla promessa di un futuro insieme, si convinceva ad effettuare diversi bonifici per consentire all'uomo di far fronte alle difficoltà economiche che gli impedivano di congedarsi e giungere finalmente in Italia. Per rendere più verosimile la truffa architettata, i criminali si spingevano a creare fittizie identità di studi legali che confermavano, utilizzando comunicazioni via mail, le esigenze ed urgenze economiche di "Larry Brooks". I primi accertamenti effettuati in rete e sui flussi finanziari confermavano i sospetti che il profilo fake avesse mietuto molte vittime e truffato decine di donne; nel corso delle indagini sono emerse 32 vittime accertate con un provento illecito di circa 400.000 euro nel periodo dal 2018 al 2021. Di queste, però, solo 8 hanno formalizzato una denuncia. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iran a Israele: "Se ci attaccate, utilizzeremo un'arma mai usata prima"

Consiglio d'Europa: primo sì all'adesione del Kosovo. La condanna della Serbia

Le notizie del giorno | 17 aprile - Mattino