Con la sindrome di Down vuole fare esame di Maturità, liceo nega

La storia di una 19enne di Bologna, ritirata dall'istituto
La storia di una 19enne di Bologna, ritirata dall'istituto
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 21 MAR - Una ragazza di 19 anni con la sindrome di Down, Nina Rosa Sorrentino, avrebbe voluto provare a sostenere l'esame di Maturità in un liceo a indirizzo Scienze Umane di Bologna, ma non le sarà possibile. Così, si è ritirata da scuola a meno di tre mesi dalla fine della quinta. Malgrado la famiglia dall'inizio del triennio avesse chiesto agli insegnanti di cambiare il Pei (piano educativo individualizzato) della figlia, passando dal programma differenziato per gli alunni certificati (che alla fine del quinquennio fa ottenere solo un attestato di competenze) a quello personalizzato per obiettivi minimi o equipollenti, che prevede l'ammissione al vero e proprio esame di Maturità, il liceo Sabin non ha ritenuto di assecondare la richiesta. Era favorevole invece il parere della neuropsichiatra infantile del gruppo di lavoro. La vicenda è stata riportata oggi sul Corriere di Bologna. Il ritiro è stata l'unica soluzione che la famiglia ha trovato per non far perdere alla figlia la possibilità di riprovarci l'anno prossimo a essere ammessa all'esame di Stato. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Georgia, legge sugli "agenti stranieri": arresti in piazza e scontri in Parlamento

Le notizie del giorno | 16 aprile - Serale

Commissione Ue: Pieper rinuncia, ombre su von der Leyen a pochi mesi dalle elezioni