Garante Marche, gioia per Traini terzo al poetry slam

Giulianelli, suo ex legale, rieducazione fattore bivalente
Giulianelli, suo ex legale, rieducazione fattore bivalente
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 06 DIC - "Ho appreso con gioia la notizia che Luca Traini si è classificato terzo al poetry slam che si è svolto nel carcere di Barcaglione ad Ancona". Lo ha detto il Garante regionale dei diritti Giancarlo Giulianelli ai girnalistio che gli chiedevano un commento. Giulianelli, avvocato, è stato il difensore del 32enne di Tolentino (Macerata) che sta scontando una condanna a 12 anni per aver sparato, ferendoli, a sei migranti il 3 febbraio 2018 a Macerata, dopo l'omicidio di Pamela Mastropietro. Il poetry slam, una 'sfida' in versi tra detenuti, è una "attività che rientra tra le iniziative di rieducazione che l'Ufficio del garante svolge a favore dei detenuti, anche attraverso la poesia" ha sottolineato Giulianelli. Il progetto si chiama "Ora d'aria": "oggi mi recherò al carcere di Montacuto" perché "anche lì ci sarà una ulteriore sessione di poetry slam" ha annunciato. L'iniziativa 'Ora d'aria', organizzato dall'associazione Nie Wiem, con il Garante e il Comune di Ancona, quest'anno si è arricchita del "concorso 'poetry slam' che avrà anche una fase regionale, a cui Traini parteciperà". "La rieducazione è un fattore bivalente - ha aggiunto Giulianelli -, necessita di una ricettività da parte del detenuto, quindi una voglia di ricevere, ma anche una voglia di dare da parte delle associazioni e di coloro che, anche i volontari, stanno facendo un'opera meritoria, all'interno delle carceri marchigiane", creando "un connubio che può dare risultati felici come dimostra il caso di Luca Traini, ma non solo". Tra le attività trattamentali il garante ha citato anche "la mostra delle Icone a Fossombrone a inizio anno: un detenuto condannato all'ergastolo che le realizza è riuscito ad andare in visita dal Papa e a consegnargliene una". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alta tensione tra Moldova e Transnistria, Tiraspol chiede l'intervento della Russia per i dazi

La Germania media per la pace tra Azerbaigian e Armenia

Guerra in Ucraina, Zelensky al vertice in Albania chiede più munizioni