This content is not available in your region

Gli Stati Uniti riaprono ai viaggiatori internazionali

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Gli Stati Uniti riaprono ai viaggiatori internazionali
Diritti d'autore  AFP

Dopo 20 mesi di restrizioni Covid, gli Stati Uniti hanno riaperto ai viaggiatori internazionali, provenienti da Europa, Cina, India, Brasile e Sudafrica, sia per turismo che per motivi di studio o di lavoro.

Per poter entrare sarà però necessario essere vaccinati con uno dei farmaci approvati dall'Oms ed esibire un test negativo, effettuato tre giorni prima della partenza.

"È meraviglioso, abbiamo aspettato così tanto - dice John Arlidge, cittadino britannico, appena sbarcato all'aeroporto JF Kennedy - - Quasi due lunghi anni per arrivare qui e finalmente siamo arrivati, siamo entusiasti".

"Siamo euforici perché questo è ciò di cui l'industria dei viaggi negli Stati Uniti aveva bisogno. Noi torniamo a lavorare con i nostri partner British Airways e American Airlines - spiega Peter Vlitas, il vice presidente di Internova Travel Group - dopo 600 giorni è finalmente arrivato il momento!".

Lunghe file si sono formate anche agli accessi di frontiera.
Dal Rainbow Bridge, al confine tra Stati Uniti e Canada, all'incrocio messicano di Tijuana a San Ysidro, in California, auto, camper e pedoni hanno intasato i punti d'ingresso da prima dell'alba.