ULTIM'ORA
This content is not available in your region

700 abitanti lituani e 500 richiedenti asilo: a Dieveniškės infuriano le proteste

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews
euronews_icons_loading
700 abitanti lituani e 500 richiedenti asilo: a Dieveniškės infuriano le proteste
Diritti d'autore  EBU
Dimensioni di testo Aa Aa

Proteste di frontiera

Dieveniškės, paese di 700 abitanti di un angolo di Lituania circondato dalla Bielorussia, è insorto per protestare contro il piano del governo lituano di ospitare circa 500 migranti, per lo più iracheni, arrivati con il "beneplacito" del presidente Lukashenko, da alloggiare in un edificio in disuso proprio di fronte ad una scuola.

AP Photo
L'edificio che dovrebbe ospitare i 500 cittadini bielorussi.AP Photo

Decine di residenti hanno cercato di impedire agli operai di trasformare l'edificio in una struttura abitativa temporanea.

Il capo della polizia lituana e Kestutis Lancinskas, consigliere del primo ministro Ingrida Šimonytė, sono arrivati venerdì a Dieveniškės per convincere i residenti a desistere dalle proteste.

Mindaugas Kulbis/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Ingrida Šimonytė, primo ministro della Lituania.Mindaugas Kulbis/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

"Transiti" senza sosta dalla Bielorussia

Mentre l'afflusso di migranti "transitati" dalla Bielorussia continua senza sosta - altri 92 sono stati fermati giovedì - le autorità di Vilnius stanno cercando altre strutture per ampliare i centri di accoglienza.

Ma a Dieveniškės tutti gridano "no"...

Il paese si trova su un piccolo pezzo di terra che sporge nella Bielorussia e quasi completamente circondato dal suo confine, collegato al resto della Lituania da un istmo largo 2,5 chilometri, attraverso una sola strada.

AP Photo
I funzionari del governo cercano di placare la rabbia dei cittadini di Dieveniškės.AP Photo

Gli abitanti di Dieveniškės continuano a protestare, il consiglio comunale ha votato all'unanimità una risoluzione contraria all'arrivo dei richiedenti asilo, ma il governo lituano è deciso nella sua politica di accoglienza.