Ddl Zan: R. Comunista, a Como manifesti vergognosi

'Affissi in spazio a pagamento del Comune'
'Affissi in spazio a pagamento del Comune'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 10 GIU - A Como, in via Castellini, sono apparsi diversi manifesti a firma Provita&Famiglia, che "hanno il vergognoso scopo di diffondere odio verso le persone che fanno parte della comunità LGBT+ e di generare paura e confusione nei confronti di una legge, il DDL Zan, che sarebbe, secondo la visione transfobica ben descritta da questo manifesto, una "minaccia" per i bambini e per la loro educazione scolastica. Lo denunciano Rifondazione Comunista e Giovani Comunisti/e che ritengono "inaccettabile la presenza di questi vergognosi manifesti, affissi oltretutto in uno spazio a pagamento di proprietà del Comune di Como". "Il Ddl Zan, seppur sia solo un primo passo e non del tutto sufficiente - spiegano - serve a tutelare le persone LGBT proprio da soggetti come gli appartenenti a Provita, che negli anni, con la loro propaganda di tutela della cosiddetta famiglia tradizionale, hanno diffuso e legittimato l'odio e le discriminazioni omobitransfobiche e misogine". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, aumentano gli aiuti umanitari ma preoccupa la crisi idrica

È morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Le notizie del giorno | 12 aprile - Serale