Ospedale chiuso per Covid ma padre politico operato, indagini

Aosta, primari sentiti dalla Digos
Aosta, primari sentiti dalla Digos
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - AOSTA, 05 GIU - La procura di Aosta sta valutando se un intervento di chirurgia per un problema oncologico a cui è stato sottoposto nell'aprile scorso un anziano, padre di un consigliere regionale, sia stato svolto in violazione delle regole vigenti in quei giorni di emergenza sanitaria e se quindi siano o meno state 'scavalcate' altre persone in lista d'attesa. Durante la terza ondata epidemica infatti l'Usl della Valle d'Aosta aveva deciso di rinviare molte operazioni a causa della carenza di sanitari, impegnati nella cura dei pazienti Covid positivi. L'attività delle sale operatorie era quindi stata di molto limitata. Previsto settimane prima, l'intervento era stato inizialmente sospeso per poi essere effettuato insieme ad alcune altre operazioni ritenute urgenti. Le indagini sono coordinate dal pm Luca Ceccanti. Gli investigatori della Digos della questura di Aosta hanno sentito diverse persone, tra cui alcuni primari. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, il leader in Turingia dell'Afd a processo per uno slogan nazista

Accoltellamento in Australia, all'eroe francese un visto di residenza permanente

Ritiro delle truppe dal Karabakh dove i russi erano forza di pace