ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Traffico rifiuti e inquinamento, sei arresti anche "Re Mida"

Operazione Dda fra Campania e Basilicata, in carcere Cardiello
Operazione Dda fra Campania e Basilicata, in carcere Cardiello
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – POTENZA, 12 APR – Traffico organizzato di rifiuti e
inquinamento ambientale sono le accuse che la Direzione
distrettuale antimafia di Potenza ha mosso a sei persone – fra
le quali Luigi Cardiello, di 76 anni, soprannominato il “Re
Mida” dei rifiuti in inchieste condotte in Campania negli anni
fra il ‘90 e il 2000 – arrestate oggi dai Carabinieri.
L’operazione è stata chiamata “Shamar”, una parola ebraica che
significa “custodire gelosamente, tenere caro, ritenere
prezioso”, con riferimento alla necessità di salvaguardare
l’ambiente, anche quello della riserva naturale Foce
Sele-Tanagro, in Campania. Cardiello è l’unico per il quale il gip distrettuale di
Potenza ha disposto la detenzione in carcere; gli sei arrestati
sono ai domiciliari; un’altra persona ha ricevuto l’obbligo di
dimora. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.