ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Strage Macerata: pg Cassazione, condannare Traini

Chiesta conferma 12 anni carcere. Difesa,non vi fu odio razziale
Chiesta conferma 12 anni carcere. Difesa,non vi fu odio razziale
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ANCONA, 24 MAR – E’ da confermare la condanna a
12 anni di reclusione a carico del 31enne Luca Traini accusato
di aver sparato ferendo sei migranti, il 3 febbraio 2018 a
Macerata, con l’aggravante dell’odio razziale. Lo ha chiesto il
pg della cassazione Marco Dall’Olio sottolineando che è stata
corretta la motivazione della sentenza pronunciata dalla corte
di Assise di Appello di Ancona nell’ottobre del 2019. L’udienza
è on corso, in serata il verdetto. “Nel comportamento di Traini non c‘è odio razziale – ha
invece sottolineato nella sua arringa l’avv. Franco Coppi che
difende Traini imputato per la strage di Macerata -, i neri
vengono identificati da lui come i responsabili dello spaccio di
droga nella provincia di Macerata e come responsabili della
morte di Pamela Mastropietro, potevano essere anche gialli o
pellerossa e il discorso sarebbe stato lo stesso”; inoltre, ha
proseguito, “non c‘è stata una strage perché il reato richiede
l’indeterminatezza delle persone offese”. Secondo Coppi Traini
ha voluto “ergersi a vendicatore in preda ad un raptus emotivo
di cui si dovrebbe tenere conto”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.