ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Al via test vaccino made in Italy, "produzione in primavera"

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Spallanzani, prima dose su volontaria. Zingaretti, sarà pubblico
Spallanzani, prima dose su volontaria. Zingaretti, sarà pubblico
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 24 AGO – Con la prima dose iniettata poco dopo
le 8 è iniziata oggi allo Spallanzani di Roma la sperimentazione
sull’uomo del vaccino ‘made in Italy’ contro il Covid-19. Verrà
testato nella prima fase su 90 volontari selezionati tra gli
oltre settemila candidati che hanno dato la loro disponibilità.
La prima a ricevere il vaccino è stata una donna di 50 anni
circa. “Sono emozionata e orgogliosa. Spero di poter essere
utile al nostro popolo” ha detto stamattina a chi avuto modo di
salutarla qualche istante. I prossimi due volontari verranno
vaccinati mercoledì. “Se tutto avviene nei tempi programmati il
nostro auspicio è che sia prodotto in primavera”, ha spiegato
Vaia. Il vaccino è interamente italiano ed è nato grazie a un
protocollo siglato a marzo tra il presidente della Regione
Lazio, Nicola Zingaretti, il ministro della Salute, Roberto
Speranza, il ministro dell’Università e della Ricerca
scientifica, Gaetano Manfredi, il Consiglio Nazionale delle
Ricerche e l’IRCCS Spallanzani. Per la realizzazione di questo
obiettivo sono stanziati 8 milioni di euro, 5 milioni a carico
della Regione Lazio, trasferiti allo Spallanzani e 3 milioni a
carico del Ministero dell’Università e della Ricerca
scientifica. E’ realizzato, prodotto e brevettato dalla società
biotecnologica italiana ReiThera di Castel Romano. “Le
intelligenze e la ricerca del nostro Paese sono al servizio
della sfida mondiale per sconfiggere il Covid” ha commentato il
ministro della Salute Roberto Speranza. Il “vaccino italiano
sarà pubblico e a disposizione di tutti coloro che ne avranno
necessità”, ha sottolineato Zingaretti. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.