ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Gardaland compie 45 anni, 100 milioni di visitatori dal '75

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Vi hanno lavorato 50.000 persone, oggi occupa 600.000 mq
Vi hanno lavorato 50.000 persone, oggi occupa 600.000 mq
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 16 LUG – Ben 100 milioni visitatori e 50.000
lavoratori dal 19 luglio 1975 quando aprì per la prima volta i
cancelli accogliendo piccoli e grandi visitatori in un mondo di
favola e magia fino ad allora sconosciuto e dando inizio
all’industria dei parchi divertimento italiani: domenica 19
luglio Gardaland compie 45 anni.
Costituito in origine da poche attrazioni distribuite su una
superficie di appena 90.000 mq, Gardaland nel tempo è cresciuto
(oggi ne occupa 600.000 mq) affermandosi come importante realtà
a livello europeo e dando grande impulso all’economia turistica.
Tanti i momenti più importanti della sua storia la costruzione
nel 1988 della dark ride La Valle dei Re – un’attrazione
estremamente avveniristica mai esistita prima in Europa,
costruita parzialmente interrata e con scenografie
particolarmente realistiche – e l’apertura nel 1992 de I
Corsari, una dark ride totalmente interrata rappresentò l’opera
più imponente mai realizzata fino a quel momento in un parco
divertimenti italiano. La sua costruzione vide il coinvolgimento
di ben trenta aziende – italiane e americane, oltre tre anni di
lavoro, un investimento di 60 miliardi di lire.
Tra le opere più recenti la costruzione, tra il 2000 e il 2002,
dell’area Fantasy Kingdom che è tutt’oggi emblema del Parco,
l’apertura nel 2011 di Raptor, il primo wing coaster d’Europa e
nel 2015 di Oblivion, primo Dive Coaster in Italia e il più
lungo d’Europa.
Gardaland è stato il primo in Italia a riaprire a seguito
dell’emergenza sanitaria ed è tornato così ad accogliere i suoi
visitatori con tutte le attrazioni all’aperto e due nuovi show
outdoor: 44 Gatti Rock Show e AquaFantasia – Storia di acqua,
luci e colori. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.