ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Europa: implementare la produzione di vaccini

euronews_icons_loading
Europa: implementare la produzione di vaccini
Diritti d'autore  VDL at Pfizer plant
Dimensioni di testo Aa Aa

Un nuovo impulso per la produzione di vaccini anti-covid in Europa.

L'Agenzia europea dei medicinali ha approvato l'aumento della capacità di produzione dello stabilimento Pfizer Biontech di Puurs, in Belgio, del 20%.

Per il presidente della Commissione europea, che ha visitato lo stabilimento, entro luglio sarà vaccinato il 70% della popolazione adulta.

Ursula von de Leyen: "Garantirà le dosi necessarie a somministrare i r ichiami ed aumentare la nostra immunità contro il virus, fornirà vaccini adattati a varianti che non rispondono più ai vaccini e dovrebbe consentirci di vaccinare, in modo necessario e sicuro, bambini e adolescenti".

La Commissione Europea sta inoltre preparando un nuovo contratto con l'azienda per aumentare l'uso dei vaccini ad rna messaggero. Una tecnologia sviluppata in 20 anni di studio dalla dottoressa Özlem Türeci Chief Medical Officer di BioNTech: "Avevamo un sogno. E non era solo quello di sviluppare farmaci che cambiassero il paradigma. Era anche quello di contribuire alla formazione di partnership pubblico-privato di nuovi modelli che consentiranno alle aziende di meglio lavorare per il bene comune . E qui abbiamo un esempio del genere".

Secondo gli ultimi dati (del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie), il 23,7% degli adulti europei ha già ricevuto una dose, mentre l'8,7% ha ricevuto due punture.