ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Jimi Hendrix, il mito continua. La leggenda del rock rivive a 50 anni dalla sua morte

euronews_icons_loading
Jimi Hendrix, il mito continua. La leggenda del rock rivive a 50 anni dalla sua morte
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Un anniversario all’insegna del rock. Sono passati 50 anni dalla scomparsa di Jimi Hendrix, il più grande chitarrista elettrico di tutti tempi. Eera il 18 settembre 1970 quando James Marshall Hendrix, moriva sotto gli occhi della sua fidanzata, Monika Danneman, nella sua stanza al Samarkand Hotel di Londra. La leggenda di Jimi Hendrix ha ispirato intere generazioni di musicisti, e non solo,dagli anni ’60 a oggi, rimanendo una figura talmente iconica e affascinante da resistere solidamente alla prova del tempo.

Un mito che continua

A Londra, la sua casa è stata trasformata in un vero museo mausoleo. Meta pellegrinaggio di fan da tutto il mondo. La leggenda di questo artista ha ispirato intere generazioni di musicisti – e non solo – dagli anni ’60 a oggi. Il suo modo di far vibrare la chitarra è entrata nella storia.

"La Handel&Hendrix è stata riconosciuta come l’unica abitazione del musicista, fa notare Il Direttore Markentingg Sean Doherty. "Offre l'opportunità a tutti gli amanti della sua musica di venire qui nella City e trascorrere un po’ di tempo per imparare qualcosa di nuovo su di lui. In fondo Hendrix era anche un uomo, e non solo una leggenda e un mito.”

Electric Ladyland, un cofanetto celebrativo

Intanto Experience Hendrix, L.L.C. e Legacy Recordings pubblicano un cofanetto celebrativo in edizione Deluxe per celebrare il 50° anniversario del capolavoro di Jimi Hendrix,“Electric Ladyland”. Disponibile dal 9 novembre, il box set include il doppio album originale rimasterizzato da Bernie Grundman a partire dai nastri analogici, “Electric Lady: The Early Takes” che raccoglie i demo e gli outtake in studio di quel periodo della carriera di Hendrix, ed una nuova versione in audio surround 5.1 dell’intero album originale fatto da Eddie Kramer.

Nato da un incrocio fra sangue indiano Cherooke, nero e messicano, all’età di soli dodici anni hendrix riceve come dono la sua prima chitarra elettrica. Un anno prima della sua morte, c’è chi sostiene di aver parlato con Hendrix in Marocco in un villaggio a Diabat. C'è chi racconta che un "sacco di gente viene in questo posto perchè pensa che la rockstar abbia vissuto qui. Invece c'è stato un solo giorno e poi non è più tornato.”.

Dopo la scomparsa di Hendrix, si è scatenata, tra familiari stretti e non, la lotta per l’eredità economica della sua produzione discografica. L’eredità musicale invece non ha prezzo. I suoi album, le sue note, il suo geniale approccio alla musica sono state e sono ancora fonte di ispirazione per le star di tutto il mondo.