Mostra del Cinema di Venezia: la serata di Tilda Swinton, premio alla carriera

Mostra del Cinema di Venezia: la serata di Tilda Swinton, premio alla carriera
Diritti d'autore Joel C Ryan/Joel C Ryan/Invision/AP
Diritti d'autore Joel C Ryan/Joel C Ryan/Invision/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Venezia premia Tilda Swinton. 16 film in concorso per il Leone d'Oro. Edizione numero 77 all'insegna delle misure anti Covid

PUBBLICITÀ

Mai una sbavatura nella scelta dei ruoli, dall'Isalbella di Francia per cui ha vinto la Coppa Volpi proprio a Venezia al fantasy delle cronache di Narnia, Tilda Swinton - eleganza e bravura in un volto archetipico, è la protagonista della serata inaugurale della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.

Un po' in italiano e un po' in inglese l'augurio dell'attrice nel discorso in Laguna

"Viva Venezia! Cinema Cinema Cinema Cinema! Wakanda per sempre! (saluto reso famoso dalla "Pantera Nera", la star Chadwick Boseman, recentemente venuto a mancare, ndr) Nient'altro che amore".

In completo Chanel e maschera veneziana, versione glamour delle mascherine anti Covid, l'attrice ha ricevuto il Leone d'Oro alla carriera dalla presidentessa della giuria, Cate Blanchett, e ha fatto il suo esordio l festival  con il cortometraggio La Vox Humana, un film drammatico scritto e diretto da Pedro Almodóvar.

La prima opera fuori concorso è stata Lacci di Daniele Luchetti - una storia di amore e infedeltà nella Napoli dei primi anni Ottanta, primo film italiano ad aprire il festival da 11 anni a questa parte.

Sono 18 i film in concorso e tra questi figura "Il discepolo" di Chaitanya Tamhane. omaggio alla sonorità indiana, al mondo della musica e del canto.
Tra i registi e le registe in concorso, 13 sono alla loro prima possibilità di vincere il concorso, quattro hanno vinto un Oscar e tre hanno già conquistato un Leone d’oro.

Ma in particolare due sono le caratteristiche di Venezia 77, come spiega l'inviata alla Mostra del Cinema, Giorgia Orlandi: "Si tratta davvero di un evento da record: non solo perché quest'anno il Festival sfida il Covid, introducendo il distanziamento sociale e una separazione mai vista prima tra il pubblico e i protagonisti della manifestazione, ma anche perché la Mostra è diventata davvero un'occasione di cambiamento: ci sono infatti meno grandi nomi tra i film selezionati, rispetto all'anno scorso. E un'altra novità importante: una maggiore presenza di donne registe.

La 77esima edizione del più antico festival cinematografico del mondo si conclude il 12 settembre.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crisi in Medio Oriente, tra gli italiani preoccupazione e insoddisfazione per il ruolo dell'Ue

Commissione Ue, il possibile ritorno di Mario Draghi in Europa piace in Italia

Al via Vinitaly: oltre 4mila cantine presenti, Lollobrigida contestato