ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Cosa blocca il Decreto Rilancio?

Cosa blocca il Decreto Rilancio?
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono due le zavorre che impediscono al Decreto rilancio di prendere il volo: regolarizzazione dei lavoratori stagionali e coperture finanziarie per gli ammortizzatori sociali a favore di chi è rimasto senza impiego a causa del confinamento.

Quella di martedì avrebbe dovuto essere la serata risolutiva, ma il Consiglio dei ministri è slittato a mercoledì.

Un decreto da 55 miliardi di euro per rimettere l'Italia sui binari della fase 2 post-Covid richiede trattative delicate tra le forze politiche.

Il granello di sabbia che blocca l'ingranaggio politico-economico dell'emergenza è soprattutto la questione lavoro, con tutte le sue sfaccettature.

Una potenza agroalimentare come l'Italia ha bisogno di mano d'opera stagionale per l'ultima fase della primavera e dell'estate.

C'è urgenza di braccia straniere. Ecco quindi che il provvedimento per il rilancio prevede una sanatoria per i lavoratori provenienti da altri Paesi, anche non Ue.

Per i 5 Stelle è un evidente problema politico. Anche perchè la sanatoria riguarda badanti e colf. I pentastellati non vogliono esporsi al tiro dell'opposizione. E affermano che è importante distinguere tra lavoratori regolari e non. Cosa, che a loro giudizio, il provvedimento non chiarisce.

Ma lo spirito del decreto è quello di togliere l'ossigeno al caporalato, che vive del lavoro nero dei clandestini, e soprattutto di adattarsi alla crisi epidemiologica. Lavoratori stranieri irregolari sfuggirebbero alla profilassi imposta dalle circostanze del Covid-19.

Altro punto complesso è quello della cassa integrazione straordinaria. Mancano le coperture finanziarie, perché i cinque miliardi stanziati a marzo nel Decreto cura Italia sono stati spesi per altre emergenze legate all'epidemia di Covid.

Sono questioni che il Presidente del consiglio, Giuseppe Conte, sperava di risolvere in un pre-cdm che al momento non ha dato i frutti attesi.